Archivi categoria: Marketing

L’up-selling del salumiere sardo

Il murales riproduceva con colori e forme naif i prodotti tipici sardi.

Non potevamo non esserne attratti. D’altronde io e la mia famiglia eravamo andati in paese, a Tortolì, come fanno tanti vacanzieri, per cercare prodotti tipici da regalare a parenti e amici e per noi, per ricordarci delle belle vacanze trascorse.

Entriamo nella bottega.

Sorriso sulle labbra, sguardo diretto, Mauro, il negoziante, ci saluta gentilmente e ci chiede cosa desideriamo. Prima di proporci qualcosa, si interessa, fa domande garbate; da dove arriviamo, dove alloggiamo, fa i complimenti alle mie bimbe e offre ad ognuna un panino l’affettato che ciascuna preferisce.

Poi si informa sulle nostre necessità, ci consiglia, sollecita la nostra curiosità mostrandoci un mirto prodotto appositamente per lui, ci aiuta a scegliere e alla fine si complimenta per la nostra scelta. Ci chiede se oltre al Cannonau e il mirto desideriamo dell’ottimo pecorino sardo. “No grazie, partiamo fra qualche giorno e non abbiamo modo di tenerlo al fresco nel frattempo”, “E’ vero, per i turisti, ospiti a Tortolì era un problema conservare il pecorino fino al ritorno, per questo noi confezioniamo le forme sottovuoto. Così si conservano per diverse settimane”.

Una risposta all’obiezione da manuale.

Ormai ne ero convinto, ero di fronte a un vero talento della vendita:

  1. Ha fatto decorare la facciata del negozio con il murales per attirare l’attenzione del suo target di clienti: i turisti in cerca di specialità tipiche da regalare

  2. Ha suscitato l’interesse proponendoci prodotti unici, che potevamo trovare solo da lui

  3. Si è interessato alle nostre necessità, ha ascoltato attentamente, ha cercato di comprenderci e ci ha consigliato
  4. Ha sfoderato una delle più potenti armi della persuasione: la reciprocità (per approfondire leggi il libro di Robert Cialdini) offrendo il panino alle mie figlie
  5. Si è complimentato per gli acquisti rassicurandomi e facendomi uscire dal negozio soddisfatto e contento
  6. Ha tentato di vendermi qualcosa in più (up-selling), qualcosa che potevo effettivamente gradire e lo ha fatto nel momento più opportuno, quando avevo già deciso di acquistare
  7. Ha risolto superbamente la mia obiezione, senza contraddirmi, anzi rafforzando il mio punto di vista e utilizzando la mia obiezione a vantaggio di entrambi (strategia vinco io se vinci tu)
  8. Mi ha venduto quello di cui avevo bisogno ed io mi sono sentito soddsfatto e contento

Fai tesoro della lezione del salumiere sardo se anche tu vuoi diventare un campione della vendita o semplicemente migliorare le tue relazioni con gli altri

Agisci subito!

  • Pensa al tuo “target” e scopri un modo tuo, personale e nauturale, per attirare l’attenzione e distinguerti

  • Interessati con sincerità agli altri e cercando di capire cosa gli è utile, come puoi aiutarli, a cosa sono interessati (per approfondire)

  • Sii tu il primo a dare agli altri anche più di quanto gli altri si aspettano da te – arricchisci gli altri (non solo in senso materiale) e arricchirai te stesso

  • Rassicura gli altri, falli sentire a loro agio, e sostienili, soprattutto quando devono prendere o hanno appena presa una decisione importante

  • Cerca sempre una soluzione che porti dei vantaggi comuni; nelle relazioni, come nella venditi, vinci solo se anche l’altro ci guadagna, quando si sente compreso, ascoltato, considerato

  • Non contrapporti mai con ostinazione alle opinioni degli altri ma considera il loro punto di vista e ricomprendilo nel tuo, ricomponi le parti portando la discussione ad un livello più generale, specifica in quali casi e situazioni particolari ciascuna opinione è valida

 … e sopratutto preserva l’umiltà di imparare da tutti!

“Se volete convertire qualcuno alla vostra causa, dimostrategli innanzitutto che gli siete sinceramente amico.” – A. Lincoln

  Le Armi della Persuasione     Le Armi della Persuasione  Come e perchè si finisce col dire di sì  Robert B. Cialdini
Compralo su il Giardino dei Libri
  Come trattare gli altri e farseli amici     Come trattare gli altri e farseli amici  Dale Carnegie
Compralo su il Giardino dei Libri
Io sono ok tu sei ok Io sono ok tu sei ok Thomas A. Harris Compralo su il Giardino dei Libri
Vendita Vendita Vendita e negoziazione Compralo su autostima.net
Annunci

I segreti del marketing postale svelati! (A beneficio del miglioramento personale) PARTE 2

I segreti del marketing postale svelati! (A beneficio del miglioramento personale)

PARTE 2

di Eugenio Guarino

(se hai fretta clicca qui)

Proseguiamo con l’analisi dei “trucchi” e delle
“tecniche” di persuasione e incentivi alla vendita molto utilizzate dal
marketing postale e non solo.

Anche questa
volta cercherò di declinarle in modo che siano utili alla crescita e al “marketing” di noi stessi.

Se vuoi condividere con me e con gli amici che frequentano il sito qualche trucco che hai scovato (o che magari utilizzi)  scrivimi e lo pubblicherò su IoManager.

1) Fare leva sui bisogni

Nel 1943 Maslow
identificava e classificava i bisogni dell’uomo in questo modo:

Piramide di MaslowPiramide di Maslowpiramide di maslow

Alla base ci sono i bisogni fondamentali poi quelli secondari che l’uomo cerca di soddisfare una volta soddisfatti quelli di livello inferiore.

piramaslow1.jpg

Bene, quando comunichi cerca di soddisfare ciascuno di questi bisogni. 

Ed ecco che nel pacchetto che mi viene offerto nella brochure depositata nella mia cassetta postale si parla di “preziosi
consigli per la salute di tutta la famiglia…che mettono in guardia contro prodotti inefficaci o pericolosi” (mantenersi in buona salute è un bisogno primario), di “possibilità di effettuare acquisti più sicuri” (sicurezza), “registrarsi come soci” per far parte della schiera dei 300.000 soci che risparmiano concretamente denaro e tempo (appartenenza). Per questo mi chiamano per nome, mi scrive direttamente il direttore con firma autografa e mi vengono riservati privilegi esclusivi (stima). Aderendo al servizio potrò considerarmi una persona attenta al risparmio, alla sicurezza e alla salute mia e della mia famiglia (autorealizzazione).

2) Incuriosire
Un’altra formidabile tecnica è quella di incuriosire per attirare la tua attenzione, mantenere l’interesse, indurti ad un’azione e quindi ad un primo leggero impegno che poi, per coerenza, ti senti obbligato a portare avanti.

Sulla busta appaiono delle simpatiche icone: 
“simbolo del DVD”, “80%”, “?”, “Sveglia con note musicali” e
sotto la scritta “Tutti i particolari all’interno, apra e li scopra
subito”. Apro e alla fine del primo foglio trovo un’altra icona “?” una bella freccia che mi indica di voltare pagina “P.S.

Prima di tutto scopra il suo vantaggio supplementare: apra questa lettera…” e così non posso fare a meno di aparire le due ante dove sono descritti i regali che mi spettano come “benvenuto” se rispondo subito.

Ogni gesto che faccio mi impegna sempre più a proseguire. Più tempo dedico alla lettura più mi dico “oramai ho investito
del tempo. Se abbandono adesso ho sprecato del tempo, se vado avanti l’ho investito” (è la trappola cognitiva che porta le aziende a sprecare valanghe di denaro su prodotti che non hanno mercato)

3) Caratteristiche, vantaggi, benefici e leva sulle emozioni

Tutta la brochure e in particolare la descrizione dei regali merita un 10 e lode. Si indulge pochissimo sulle caratteristiche tecniche e ci si concentra sui vantaggi e soprattutto i benefici. Il lettore DVD è “facile da collegare” e consente di “vedere i film più belli e le mie foto ovunque io sia”, è perfetto “da portare in viaggio o a casa di amici e parenti per condividere ricordi e emozioni“. La radio sveglia con proiezione mi consente di “leggere l’ora nitida e luminosa sul soffitto” e mi risveglia “con dolcezza a suon di musica”. Non mi stanno promettendo un lettore DVD e una sveglia, mi stanno promettendo un carnet di emozioni!

4) Il prezzo lo faccio a fette!

Grazie allo sconto dell’80% per il primo anno pagherò solo 5,09 euro ogni trimestre. Fa molto meno effetto che 20,36 euro l’anno! Ma sopratutto i 5,09 euro sono confrontati con i 25,45 al trimestre, che è il prezzo pieno. Tutto ciò significa che dal secondo anno in poi dovrò pagare 101,8 euro l’anno.

Il costo annuale non appare mai, meglio farlo a fette!
Quante volte ti sei sentito dire che qualcosa ti costa quanto un caffè al giorno? Prova a dire, senza calcolarlo quanto ti costa all’anno….

0,80*365= 292 euro!

5) Furbizie varie (da evitare: non pagano!)

“Ecco il suo vantaggio supplementare, Signor Guarino”. Sai quale è? Gratis un numero di una rivista collegata. Bene! Ma
cosa sta scritto più in piccolo? Ecco “Se lei desidera continuare a ricevere la rivista… non dovrà fare nulla”. Dunque se non faccio niente il mio “vantaggio supplementare” si
trasforma in un ulteriore abbonamento alla modica cifra di 1,89 euro al trimestre (7,56 euro l’anno) che poi diventano 9,45 (37,8 l’anno) gli anni successivi al primo. A caratteri grandi è scritto che PER ASSICURARMI QUESTO VANTAGGIO ESCLUSIVO DOVRO’ APPLICARE IL BOLLO “Sì” NELL’APPOSITA
CASELLA SULLA MIA CARTA VANTAGGI + REGALI E SE NON VOGLIO ASSICURAMELO DOVRO’ APPLICARE IL BOLLO “NO”. Accanto al bollo c’è scritto “Vuole
approfittare di questa opportunità del tutto gratuita? Stacchi il bollo Sì e lo applichi sulla Carta VANTAGGI + REGALI.

Tranquilli, in ogni caso con carattere piccolissimo c’è scritto cosa fare per dichiarare la mia insoddisfazione: usufruire della “Garanzia di soddisfazione” che mi consente di disdire l’abbonamento.

Più chiaro di così! 

…e adesso vediamo come puoi sfruttare queste stesse tecniche per promuovere il tuo sviluppo personale

1) Bisogni

Quando comunichi agli altri o a te stesso, quando vuoi motivare o motivarti, ricordati di Maslow. Pensa a come il tuo obiettivo soddisfa i bisogni di chi ascolta o di chi vuoi motivare e imposta il messaggio su questa base.

Esempio di messaggio che “tocca” tutti i bisogni:

“Nell’avvicinarti ad un obiettivo aumenterai la sicurezza di poterlo raggiungere e questo accrescerà la stima che tu stesso e gli altri attribuiranno alla tua persona. Raggiungerai un miglior equilibrio che gioverà alla tua salute fisica e emozionale. Sentirai di appartenere a quella categoria di persone che agisce e, in virtù di questo, ottiene risultati. Quando avrai finalmente raggiunto l’obbiettivo ti sentirai pienamente realizzato“.

2)Curiosità

La curiosità è uno degli strumenti più potenti per:

  • sviluppare relazioni sfruttando l’interesse che la curiosità suscita negli altri
  • mantenere vivo l’interesse quando comunichi
  • sviluppare nuovi interessi, apprendere e
    ricordare con più facilità
  • trovare soluzioni e sviluppare creatività (su
    questo argomento leggi l’articolo “Business e
    pensiero creativo: come nascono le nuove idee?
    ). 

Sei vuoi sviluppare la tua personalità, migliorare, crescere, devi leggere, conoscere, cercare notizie curiose, ampliare le cognizioni a settori diversi da quello in cui lavori e sforzati di immaginare come ciò che hai appreso si possa applicare alla tua realtà.

3)Quanti vali?

Pensa al valore delle azioni che compi nei diversi
ruoli che assumi (amico, marito/moglie, padre/madre, figlio, collega, capo). Quanto valore porti ogni giorno alle persone che ti circondano?
Senza che ce ne rendiamo conto, tutti noi “produciamo” una ricchezza enorme, ciascuno è un piccolo tesoro. Te ne rendi conto solo se ragioni in
termini di valore delle tue singole azioni e lo proietti su tutto  l’arco della tua vita.

4) Furbizie

 

Se c’è un limite nel pensiero umano che
provoca danni enormi questo è dato dall’incapacità
di stimare correttamente i benefici o i guasti a lungo termine in
relazione ai dolori o all’appagamento a breve. In genere
preferiamo un beneficio immediato, rischiando di pagarlo caro col
tempo, a una piccola sofferenza immediata nella speranza di un grande
piacere futuro. Questo singnifica che preferiamo abbandonarci a piccole
furbizie per ottenere un beneficio immediato, pur sapendo che alla
lunga le furbizie verranno svelate e allora tutti i benefici immediati
andranno in fumo.

Ottenere benefici con la furbizia alla lunga non
paga!

^

|

rileggi questa frase

Cosa succede quando si forma una coda di auto? I
furbi cercano di sorpassare, infilarsi fra le auto, guadagnare un
millimetro. Risultato? La coda invece di smaltirsi si
alimenta, cresce il nervosismo, lo stress, il rischio di
incidenti. Ne vale la pena?

Agisci subito!

  • Comunica, pensa e agisci in modo da soddisfare tutte le
    categorie di bisogni individuate da Maslow

  • Suscita e sfrutta la curiosità per tenere viva
    l’attenzione, spingere all’azione, sviluppare relazioni, risolvere
    problemi, accrescere la creatività

  • Valuta correttamente il valore delle tue singole
    azioni e in base a questo calcola il tuo valore globale. Scoprirai un
    tesoro!

  • La Furbizia non paga!

Ricorda: “Tutti pensano a cambiare
l’umanità e nessuno pensa a cambiare se stesso” Leon Tolstoj

 

Risorse sull’argomento:

Persuasione
Modelli ipnotici e tecniche di comunicazione avanzata
Negoziazione
I segreti per aumentare vendite e guadagni mensili
Comunicazione
Strategie per migliorare le relazioni e la comunicazione

AUTOSTIMA.NET: PNL E CRESCITA

Autostima.net PNL Programma di Affiliazione – Autostimanetpp: 10105

I segreti del marketing postale svelati! (A beneficio del miglioramento personale) PARTE 1

I segreti del marketing postale svelati! (A beneficio del miglioramento personale)

PARTE 1

di Eugenio Guarino

(se hai fretta clicca qui)

Ieri ho trovato nella cassetta delle lettere una pubblicità che mi invitava ad acquistare un certo prodotto.

Analizzandola con attenzione sono riuscito a decodificare un gran numero di “trucchi” e “tecniche” di persuasione e incentivi alla vendita molto utilizzate dal marketing postale e che possono essere utili anche per la crescita e il “marketing” di noi stessi.

La prossima volta che hai l’occasione, prima di accartocciare e gettare nel cestino il volantino, prova anche tu a decodificare alcune tecniche utilizzate per convincere, potrebbero esserti utili,  magari scrivimi e le pubblicherò su IoManager per condividerle con gli altri amici che frequentano il sito.

Solo sulla busta ci sono quattro esortazioni per affrettarmi ad agire: “Risponda oggi stesso” “Tutti i particolari all’interno” “Apra e li scopra subito” “Ultima opportunità per assicurarsi vantaggi speciali e di ricevere splendidi regali” (è un errore? a me suona meglio “… e per ricevere splendidi regali”, mah?!)

Già qui potremmo scrivere mezzo manuale sulla vendita e la persuasione:

1) Urgenza

I maghi del marketing sanno come fare di tutto per farti cogliere l’attimo. Quando prendi in mano la busta devi aprirla subito, leggere, essere travolto dai VANTAGGI e dai BENEFICI e in quando sei in questo stato d’animo di eccitazione e euforia, devi agire immediatamente: firma e invia la cedola di acquisto!

Se invece appoggi la busta sul tavolo, con l’intento di aprirla e leggerla con calma, addio, ci sono buone probabilità che finisca nel cestino.

All’interno:
“Urgente” scritto in rosso e in grosso
“Spedisca oggi stesso … e metta a frutto subito i privilegi…”
“Non perda la SUA grande occasione. Risponda subito!”
“…Risponda subito”
“Ultima occasione”
“Attenzione! Questa offerta ha una validità limitata. Rispedisca senza perdere altro tempo…”
“Scopra subito il vantaggio”
“questa è l’ultima occasione per assicurarsela”
“Si affretti, il tempo vola!”
“Rispedisca subito la sua …”
“Gratis se lei risponde in tempo”
“Un secondo regalo in più per lei, se risponde entro 10 giorni”

Giuro che non me lo sto inventando su due facciate di un foglio poco più grande di un A4 ci sono proprio tutte queste esortazioni, anzi forse ne ho persa qualcuna per strada.

2) Ripetizione = convinzione

Più una cosa è ripetuta più è percepita come vera.
Meglio ancora se le fonti sono diverse e autorevoli: il medico in camice bianco, l’esperto con gli occhiali, lo specialista in tuta blu…

All’interno leggo:

“Già 300.000 clienti hanno fatto questa scelta prima di lei”
e più avanti
“Il prodotto di riferimento dei clienti più intelligenti da più di xx anni”
Perbacco! Cosa sto aspettando. Mi sento rassicurato e anche un po’ stupido a non seguire 300.000 persone come me che hanno preso la decisione di acquistare il prodotto.

3) Parole “magiche” o “ipnotiche”


Il messaggio è pieno di quelle parole che ci attraggono, a cui abbiamo ancorato stati d’animo positivi che ci predispongono all’acquisto:

Vantaggi
Opportunità
Regali
Scoprire
Gratis
Unico
Ricco
Sicuro
Soddisfazione
Garanzia
Facile
Sereno
Piacere
Promessa
Fiducia
Prezioso
Privilegio

4) Personalizzazione:

Mi chiamano per nome che per me, come sostiene Dale Carnegie, è il suono più dolce che possa ascoltatare.

“Signor Guarino, ultima opportunità per…” stampato sulla busta (fra l’altro non ne ho mai avuta una precedente).

Egregio Signor Guarino Eugenio (indirizzo di spedizione)

All’interno: “Egregio Signor Guarino, che ne direbbe…”

di seguito “Proprio così, Signor Guarino, …”

e ancora “…la soddisfazione è garantita, Signor Guarino.”

Più avanti “Signor Guarino, colga al volo l’occasione!”

Sì, sto scrivendo proprio a te, ti sto coinvolgendo in prima persona, mi interesso a te (ancora una volta mi viene in mente Dale Carnegie ). E’ o non è molto più efficacie, coinvolgente, emozionante di uno scialbo “Gentile Cliente”?

Un effetto simile si analogo è ricercato con la firma del Direttore che sembra apposta a mano sulla mia lettera. Wow addirittura si è scomodato il Direttore per firmare la “mia” lettera.

5) …e non ho finito!

Mi vengono elencati tutta una serie di regali. Quando penso che siano terminati, la sorpresa. “Non è finita qui…”, e via con tutta un’altra serie di sorprese:

L’elenco di ciò che mi posso assicurareaccettando l’offerta inizia naturalmente con il prodotto che dovrei acquistare, poi prosegue con:

un prodotto di elettronica definito “piccolo gioiello” con dettagliata descrizione di tutti gli accessori “..per condividere ricordi e emozioni”

un “attualissima … strabiliante … radiosveglia”

” e in più uno sconto di … per tutto il primo anno..”

…ma c’è molto di più: … elenco dei vantaggi e dei benefici.

6) Promessa del paradiso

“Con xxxx lei risparmierà tempo, denaro e energie.”

Caspita!

grazie a xxxx farà acquisti “più sicuri, più consapevoli e più vantaggiosi”

Ricaspita!

“Chi ha già scelto xxxx ha risparmiato, concretamente, denaro e tempo … provi anche lei, la soddisfazione è garantita, Signor Guarino”

Come faccio a rifiutare, ormai sono ostaggio dell’emozione, sono totalmente dentro a questa immagine paradisiaca, mi sento motivato e pronto ad agire! Ma ecco il colpo finale:

“Perchè non rendersi la vita più facile e serena?” Non ho una risposta razionale valida, a questo punto anche la ragione deve piegarsi!

Proprio ora, quando sono ebbro di emozione ed euforia, mi dicono cosa devo fare: inviare SUBITO, “…senza perdere altro tempo la carta ‘Vantaggi + Regali’…” per ricevere il prodotto e “…i bellissimi regali promessi”. Boom, altro colpo basso al mio subconscio! A questo punto il prodotto che sto acquistando non lo ricordo quasi più ma so che mi farà star bene, mi sentirò in paradiso e riceverò dei bellissimi regali, me li hanno promessi!

Per il momento mi fermo, ma c’è ancora tantissimo da dire. Lo farò in un prossimo articolo.

Adesso tiriamo le somme

Intendiamoci, anche se mi sono divertito a usare toni ironici ma non l’ho fatto per gettare fango su questi artifici. Al contrario, trovo che questo foglio promozionale sia un piccolo capolavoro, un condensato di psicologia motivazionale, psicologia della vendita e dell’acquisto, di tecniche di marketing e conoscenza del potere delle emozioni (altro tema a me assai caro ).

Come tutte le cose il bene o il male sta nella misura, nello stile e nelle finalità per cui si utilizzano certi strumenti.

E allora io ti suggerisco di farne un ottimo utilizzo per condizionare, convincere, persuadere te stesso.

Per cambiare, migliorare, per motivarti .

Se ci pensi bene, e qui qualcuno del settore storcerà il naso, il coaching, la PNL, il consueling utilizzano delle tecniche molto simili o per lo meno giocano sugli stessi meccanismi mentali.

Lo ripeto, il risultato e l’accettabilità di queste tecniche dipendono dalla misura, dallo stile e dalle finalità.

Agisci subito!

E allora vediamo come declinare queste tecniche ad a beneficio del miglioramento personale:

1) Urgenza

Crea un senso di urgenza per il tuo miglioramento.

Quando sei motivato, quando ti trovi nel giusto stato d’animo, magari perché hai appena

letto qualcosa che ti ha ispirato, ascoltato un audio corso motivante, visionato un video di sviluppo personale, sfrutta l’attimo, fai subito un primo passo, impegnati con te stesso a mettere in pratica immediatamente una tecnica. Progetta subito un piano di sviluppo e attieniti al programma. L’importante è fare subito qualcosa nell’immediato, agire subito!

2) Ripetizione = convinzione

Ripeti a te stesso ciò che hai appreso. Metti in moto la tua voce interiore e falla ripetere l’impegno che hai assunto con te stesso. Dì a te stesso continuamente che ce la farai, che manterrai fede al tuo impegno, che  procederai con determinazione sulla via del miglioramento, giorno dopo giorno, passo dopo passo.

A me piace dire che il tuo piano deve diventare la tua “magnifica ossessione”, il tuo chiodo fisso.

Più pensi a ciò che vuoi ottenere, più trasformi in azione il tuo piano. Più ti concentri sul tuo obiettivo più conferme troverai dell’efficacia del tuo impegno. Vai in cerca delle persone che condividono lo stesso percorso di crescita, entra in contatto con loro, visita i siti in cui si parla di sviluppo personale, leggi, ascolta, guarda, emozionati con immagini, eventi, partecipando a seminari, eventi. Ti terrai sempre motivato, attivo e vigile verso il risultato.

3) Utilizza e lasciati motivare dalle parole magiche

Descrivi il tuo obiettivo con parole motivanti, positive, che ti predispongono ad uno stato d’animo euforico, pronto all’azione, teso al risultato. Come ti sentirai quando ti renderai conto di essere migliorato, di aver gettato alle ortiche i modelli di comportamento che odi e nei quali ti senti intrappolato, quando avrai superato i tuoi blocchi emotivi? Descrivi le tue sensazioni, raccontati nei minimi dettagli il tuo futuro ricorrendo alle parole magiche: serenità, soddisfazione, benessere,…

4) Personalizza il tuo obiettivo e i tuoi incoraggiamenti

L’obiettivo è tuo, solo tuo. Utilizza la prima persona (singolare) per esprimerlo: “trovo un lavoro migliore entro sei mesi”. Incoraggiati chiamandoti per nome, “Ancora uno sforzo, Eugenio”, “Ce la puoi fare Eugenio”.

5) …e non ho finito!

Quando pensi al risultato pensa a come ti sentirai, a cosa potrai fare, a cosa proverai, a tutti i vantaggi, i benefici, diretti e indiretti. Sforzati di immaginare tutti, ma proprio tutti, gli aspetti gratificanti. L’effetto deve essere sorprendente e travolgente per tirar fuori da te stesso la massima motivazione e determinazione.

6) Promessa del paradiso

Ispirati con una visione di te nel futuro, quando avrai raggiunto il risultato ambito. Ancora una volta immagina te stesso cambiato, spogliato dai tuoi blocchi, perfettamente a tuo agio con te stesso e con gli altri, pieno di autostima e di considerazione. Sviluppa questa visione positiva e lascia che l’emozione ti conduca in uno stato di beatitudine.

Adesso ti devo lasciare, ho appena controllato la cassetta della posta, c’era un volantino…beh ho iniziato a leggere e … devo corre in posta per spedire il coupon e non perdere l’ultima mia occasione per assicurarmi un nuovo prodotto, non ho capito bene di cosa si tratta, non lo ricordo, ma di sicuro mi farà risparmiare tempo, soldi e vivere felice! Ah dimenticavo in più riceverò anche un sacco di strabilianti e fantastici regali. Vi devo propiro lasciare. Scusate, sono certo che capite. 

Ricorda: “L’immaginazione è più importante della conoscenza” Albert Einstein

Negoziazione e venditaRisorse consigliate:  

Negoziazione & Vendita – I segreti della comunicazione per aumentare le tue vendite e il tuo fatturato  – Videocorso

 

Le armi della persuasione - Robert Cialdini

Le armi della persuazione – Perché si finisce per dire di sì – Robert Cialdini

 

 

 

Al Gusto di cioccolato. Come smascherare i trucchi della manipolazione linguistica –

Matteo Rampin

Business e pensiero creativo: come nascono le nuove idee?

Business e pensiero creativo: come nascono le nuove idee?

di Eugenio Guarino

(clicca qui)

Iscriviti alla newsletter di IoManager

Subito un e-book in tema di miglioramento e sviluppo personale in omaggio per te!